Palermo, la rabbia dei giocatori: «Decisione della Lega B stravolge le regole»





PALERMO – I giocatori del Palermo, retrocesso in Serie C dal TFN, non accettano assolutamente la decisione presa ed esprimono il proprio deciso dissenso in un comunicato ufficiale: “Come protagonisti principali quali siamo, non riusciamo a trovare alcuna giustificazione per il comportamento del Consiglio Direttivo della Lega B che, alla presenza di componenti in potenziale conflitto di interessi e senza un criterio oggettivo o una potestà normativa, decide di prendere una decisione che stravolge le regole a campionato ormai concluso. Ci chiediamo: – su quali basi si è deciso di far disputare i play off, quando è stato emesso solo un primo grado di giudizio?– con che criterio i nostri colleghi del Foggia Calcio hanno perso il diritto a disputare i play out?” Palermo, presentata la nuova proprietà Il comunicato prosegue: “Rivendichiamo come calciatori del Palermo Calcio il diritto di poterci guadagnare sul campo la vittoria attendendo, quantomeno, la pronuncia della Corte d’Appello Federale. A quel punto accetteremo il verdetto qualunque esso sia. Ma fino ad allora faremo sentire in ogni sede opportuna e possibile la nostra voce perché siamo stati depredati della nostra dignità

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 15 Maggio 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »